Mi piace raccontare com’è nata Sdebitiamoci, come è nato un sogno.

Sono Maria Grazia Perriello, nata poco più di quarant’anni fa , nella provincia di Milano. Sono nata nel giorno del terremoto in Irpinia, qualcosa voleva pur dire.

Il mio primo lavoro “da grande”, è stato il Mediatore Creditizio. Mi iscrissi all’albo di Banca D’Italia poco più che ventenne. All’epoca, bastava un diploma, tanta volontà e qualcuno di veramente bravo da cui imparare. Fui fortunatissima, seguii le orme del migliore.

Un lavoro amato sin da subito, in fondo a chi non piacerebbe vedere le persone realizzare il proprio desiderio, forse il più grande, comprare casa.

L’aspirazione di noi italiani, la casa, il nido in cui crescere, cambiare, amare e sentirsi al sicuro. Ogni volta dal notaio, quando il venditore e compratore si scambiavano le chiavi, c’era commozione, era il momento più emozionante, dove finalmente le facce di tutti i partecipanti all’atto si distendevano. Tutto era andato per il verso giusto, e iniziavano i festeggiamenti.

Spesso però, aiutavo i miei clienti anche dopo il mutuo. C’era chi voleva comprare i mobili o fare dei piccoli lavori in casa, e servivano altri soldi.

Sempre più di frequente si utilizzava la cessione del quinto, e ancora più di sovente, si ricorreva al rinnovo, per ottenere liquidità senza aggiungere un ulteriore rata.

Ero abituata a fare da sola i conteggi estintivi dei mutui e dei prestiti, meno delle cessioni del quinto, ma chiaramente, imparai. Per capire quanto avrebbero realizzato dal rinnovo, calcolavo anticipatamente il conteggio estintivo. Eppure, ogni volta che arrivava il conteggio estintivo emesso dalla banca o dalla finanziaria, la cifra da restituire era sempre più alta.

Qualcosa non mi convinceva.

I clienti, per primi, non si capacitavano. La frase che più volte mi sentivo dire era: “Ma come mai devo restituire ancora una cifra così alta? eppure ho sempre pagato regolarmente?!”

Amo capire, andare in fondo alle cose, e dovevo dare e darmi una spiegazione.

Nel 2011, scrissi ad un amico, allora AD di un’importante finanziaria, esponendo i miei dubbi, il quale mi rispose: è un mondo più grande di te, lascia stare.

Proprio quella frase mi fece intuire che dovevo andare a fondo, e così feci.

Capii che tutte le spese chiamate Accessorie, quali commissioni bancarie, commissioni finanziarie. commissioni assicurative, ecc ecc, non venivano stornate al cliente; ed erano proprio queste spese che alzavano notevolmente il costo della cessione del quinto.

Anche se le banche sapevano che dovevano restituirle, non lo facevano. PERCHE’? Semplice, nessuno le aveva mai richieste.

Mi attrezzai, iniziai con un avvocato e altre due persone, un piccolo ufficio di 40 metri quadri, qualche mobile ikea, e tanta tantissima voglia di cambiare le cose.

Iniziammo dal capire come fare i contratti, come poter chiedere i rimborsi. Non c’erano precedenti, essere il primo, è difficile, ero consapevole. Per circa 18 mesi, le banche rifiutarono le nostre richieste, addirittura le trovavano folli.

Dopo 18 mesi, il primo rimborso di circa 750 euro.

Caspita, ce l avevo fatta. Ero sulla strada giusta.

Diffondere l’idea che si potevano ottenere Rimborsi per una cessione del quinto rinnovata, o comunque estinta prima del tempo, sembrava troppo bello per essere vero. Le persone faticavano a crederci. Siamo in Italia, un paese bellissimo, ma dove purtroppo le truffe sono all’ordine del giorno.

Per scoraggiare le persone dai cattivi pensieri, inventai il:

MI PAGHI SOLO SE OTTERRAI IL RIMBORSO! Nessuna spesa anticipata.

Preparai un contratto chiaro, pulito, scritto in una forma di italiano semplice, così che tutti avrebbero potuto capirlo. Caratteri grandi, e la scritta in grassetto: nessuna spesa anticipata. Ho creato un contratto trasparente, senza postille scritte in piccolo, nessuna fregatura nascosta.

Nel tempo, le persone hanno iniziato a conoscerci, le Banche a rispettarci.

Gli studi per i diritti dei nostri clienti, non si sono mai fermati. Con estremo orgoglio posso affermare che SIAMO stati i primi a vincere, dove altri hanno fallito. E dico Siamo, perché non sono sola. Ho un team di cui sono fiera, ognuno di loro crede come me nei valori della giustizia. Trattiamo il rimborso da 200 euro come quello da 10 mila euro, non esistono differenze, perché il principio è il medesimo. Il Rimborso è un diritto e noi faremo di tutto per far sì che questo avvenga.

Se doveste mai essere interessati anche solo ad una consulenza, passate dai nostri uffici. Ora sono 3, due a Saronno ed uno a Rimini, tutti gli uffici sono open space, e vi accorgereste di quanta esperienza, competenza e buona energia è avvolta Sdebitiamoci.

Firma - Sdebitiamoci - Rimborso cessione del quinto

E tu cosa aspetti a contattarci?

SARONNO
Indirizzo: Viale S.J.E. De Balaguer, 6 – 21047
Località: Saronno VA
Tel: 0223164466
Fax: 0237928777
rimborso@sdebitiamocisrl.it

SARONNO
Indirizzo: Via F.Gaudenzio, 27 – 21047
Località: Saronno VA

RIMINI
Indirizzo: Viale A. Doria, 6 – 47921
Località: Rimini RM
Tel: 05411495948
rimini@sdebitiamocisrl.it

Consulta la privacy policy

Grazie, il tuo messaggio è stato inviato correttamente.
C'è stato un problema, riprova più tardi.